Musica

Corso di MUSICA

 

» SCARICA LA LOCANDINA

 

PER BAMBINI DA 0 A 36 MESI E DA 3 A 6 ANNI

Siamo lieti di offrirvi un ciclo annuale di lezioni di musica per bambini da 0 a 6 anni secondo la Music Learning Theory di Edwin Gordon.

La voce, il corpo, il movimento saranno protagonisti del percorso.

Immergere il bambino fin dalla primissima infanzia in un mondo sonoro apre ad una conoscenza informale della musica e ad una futura capacità di rendere la musica un proprio canale espressivo e creativo da condividere con gli altri.
I bambini, fino a tre anni, saranno accompagnati da un genitore o da chi ha cura diloro.

I bambini imparano la musica nello stesso modo in cui imparano a parlare, udendo le parole di chi gli sta vicino. Per questo i piccoli dovrebbero poterla ascoltare fin dai primi giorni di vita. Questo il principio su cui si fonda il metodo di insegnamento Gordon e che avrete modo di sperimentare nella nostra lezione concerto.

Il concerto è a misura di bambino: niente palcoscenico o sedie, i piccoli e i loro genitori stanno seduti al centro della sala e sono liberi di muoversi e di cantare lasciandosi ispirare dalla musica. I musicisti non sono di fronte al pubblico ma intorno a esso, per creare un “abbraccio musicale”.

COME VESTIRE

Ai laboratori è necessario l’ingresso senza scarpe. Si consiglia di portare dei calzini, magari antiscivolo, e di vestire comodamente (pantaloni o tuta) in quanto si starà anche seduti sul pavimento.
Per i bambini fino ai 36 mesi è necessaria la presenza e la partecipazione obbligatoria del/dei genitori per tutta la durata dell’incontro.

COSA SI FA DURANTE GLI INCONTRI DI MUSICA

Dopo aver gonfiato tutti insieme in cerchio la nostra mongolfiera musicale (per andare a chiamare la musica) e dopo aver fatto l’appello doremi….il linguaggio verbale lascerà il posto al canto, alla melodia, al ritmo, alla corporeità, al movimento, alla voce….e quindi…. al linguaggio non verbale…..

CHE COS’E’ LA MUSIC LEARNING THEORY

Gli incontri si basano sulla Music Learning Theory di Edwin Gordon, musicista, ricercatore ed educatore musicale statunitense.
La Teoria dell’Apprendimento Musicale e’ stata elaborata dal prof. Gordon a seguito di una ricerca nell’ambito della psicologia della musica durata vari decenni e spiega in che modo impariamo la musica, fin dai primi giorni di vita.

I risultati delle sue ricerche e le osservazione dei bambini a lezione ci permettono di dire che tutti abbiamo un potenziale di apprendimento musicale innato ed una potenziale disposizione alla musica già in fase prenatale. Se questa indole musicale viene incoraggiata fin dalla primissima infanzia, possiamo trasformarla in conoscenza reale.

La musica è un’arte orale ed i bambini dovrebbero apprendere il linguaggio musicale allo stesso modo in cui imparano la lingua madre: la ascoltano e la parlano per anni prima di imparare a leggere e a scrivere. Così dovrebbe avvenire anche per l’apprendimento musicale, sostiene Edwin Gordon, l’orecchio e la mente devono venire allenati prima che gli occhi possano leggere la notazione musicale con discernimento.

I bambini dovrebbero quindi aver ascoltato una vasta gamma di musica ed essere in grado di cantare appropriati pattern ritmici e tonali, prima di affrontare qualsiasi percorso di educazione musicale strutturato sulla lettura del pentagramma.
Il primo strumento musicale di ogni essere umano è l’Audiation ed è proprio grazie alle competenze di Audiation che sviluppiamo intonazione, senso del ritmo e la capacità di pensare e muoverci musicalmente.

Quando desideriamo avvicinarci allo studio di uno strumento musicale possiamo farci guidare dalle nostre competenze di Audiation e, in questo modo, portare la musica allo strumento senza vivere la frustrazione di cercare di tirare fuori la musica da esso. Lo strumento diventa così un’estensione dell’Audiation stessa.

 

Corso di PIANOFORTE

 

» SCARICA LA LOCANDINA

 

LA TEORIA

L’orecchio e la mente devono venire allenati prima che gli occhi possano leggere la notazione musicale con discernimento.

Essendo la musica un’arte orale, i bambini dovrebbero apprendere il linguaggio musicale allo stesso modo in cui imparano la lingua madre: ascoltano e parlano prima di leggere e scrivere.

Allo stesso modo i bambini prima di affrontare lettura e scrittura musicale dovrebbero aver ascoltato una vasta gamma di musica ed essere in grado di cantare e/o suonare allo strumento appropriati pattern ritmici e tonali.

Le lezioni di tastiere ispirate alla suddetta teoria dell’apprendimento musicale trovano in Music Moves for Piano di Marilyn Lowe l’approccio metodologico mirato al pianoforte e quindi alla tastiera.

LA LEZIONE

La lezione è articolata fondamentalmente in due parti, una prima parte lontano dallo strumento e mirata allo sviluppo del pensiero musicale attraverso attività sequenziali di apprendimento, in cui gli alunni cantano e si muovono utilizzando la propria voce e il proprio corpo in un’atmosfera di gioco e partecipazione attiva e condivisa.

I concetti e gli elementi sintattico musicali così appresi (riconoscimento dei modi maggiore e minore, delle funzioni tonali di tonica , dominante e sottodominante e dei metri ritmici usuali e inusuali) vengono poi applicati nella seconda parte della lezione, che si svolge allo strumento.

Quest’ultima prevede un momento fondamentale di improvvisazione e creatività oltre l’insegnamento dei brani di repertorio.

OBIETTIVI

Durante il corso gli alunni impareranno a:

  • notare le scelte di diteggiatura più appropriate
  • cantare prima di suonare
  • suonare il ritmo
  • stabilire metro e tempo prima di suonare
  • sentire il ritmo in modo fluido e continuo mentre sottolineano macrobeats e microbeats
  • applicare capacità di studio efficienti a nuova musica
  • ascoltare, riconoscere e suonare cambi di accordo
  • riconoscere o identificare metro, modo e patterns della musica che ascoltano
  • approcciare la notazione musicale attraverso l’Audiation piuttosto che come decodifica dello spartito

Gli alunni usano da subito entrambe le mani, all’inizio separatamente, e imparano ad utilizzare l’intera tastiera per suonare.

Prendono confidenza sia con i tasti neri che con i tasti bianchi e con il suono di tutti i registri della tastiera. I primi brani proposti sono semplici patterns ritmico-melodici in tempo binario e ternario che permettono agli studenti di pensare alle loro mani, alla diteggiatura, al registro usato, all’articolazione e al ritmo.

Le parti in duo offrono poi da subito l’occasione per un’esperienza d’insieme, tra insegnante e studenti e tra studenti. In seguito, dopo una decina di lezioni considerando una classe di 20 elementi, verranno proposti brani popolari in modo maggiore nelle tonalità di Sol, Fa e Do.

Gli alunni imparano a suonare le melodia con entrambe le mani separatamente, dopodichè cominciano ad usarle in simultanea aggiungengo dei semplici accompagnamenti ad una voce sola alle melodie apprese. Imparano anche a trasportare le melodie su altri toni della scala.

 

INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI

Clicca QUI per contattare Associazione Agape, oppure chiama il numero 347.8813808
» SCARICA LA LOCANDINA DEL “CORSO DI MUSICA”
» SCARICA LA LOCANDINA DEL “CORSO DI PIANOFORTE”